PREMIO DESIGN NAUTICO 2016 – Progetto “Solar B”

Progettisti:

Massimo Di Nicolantonio

Massimo Di Nicolantonio

Architetto e Ricercatore Universitario in Disegno industrial (Università d’Annunzio).

Svolge attività didattica e di ricerca negli ambiti del Disegno industriale nautico. Ha collaborato con lo studio A. Vallicelli& Co, yacht designers and naval architects, con cui ha sviluppato progetti di imbarcazioni a vela, motor-yachts e mega-yachts, premiati con riconoscimenti nazionali ed internazionali.

Socio della SIE e della SID, partecipa a convegni nazionali ed internazionali, in qualità di relatore dei suoi prodotti della ricerca.

Relazione descrittiva.

Solar B è un’imbarcazione da diporto nautico “open”, progettata con una particolare attenzione rivolta alle tematiche del comfort abitativo, della mobilità sostenibile, e della gestione della sicurezza a bordo, per svolgere turismo nautico nelle differenti dimensioni delle uscite giornaliere o delle crociere brevi. La scelta della tipologia del multiscafo ha permesso di adottare soluzioni morfologiche/tecnologiche/funzionali/distributive che prendessero conto delle esigenze connesse alle su indicate attività:

  1. Pesca dilettantistica/sportiva (predisposizione di una area poppiera interamente dedicata alla gestione della pesca).
  2. Abitabilità per crociere brevi 2 utenti + 2 ospiti (predisposizione di un servizio igienico, di una cabina letto, di una dinette convertibile in letto doppio, di una cucina nautica con le dotazioni minime indispensabili).
  3. Accessibilità (inserimento di una passerella telescopica retrattile e di una scala per la risalita, entrambe integrate a poppavia dell’imbarcazione).
  4. gestione della navigazione e dei servizi di bordo (bassa immersione, sistema di propulsione ibrida per la navigazione sottocosta silenziosa e a zero emissioni, solar roof e solar sunbathe per l’accumulo a ciclo continuo di energia per la gestione dei servizi).
  5. Attività elioterapiche (predisposizione di un’area prendisole attrezzata a pruavia dell’imbarcazione).

Sul terreno del linguaggio estetico/morfologico, si è scelto di utilizzare una linea geometricamente parlando razionale, costruttivamente semplice da realizzare, e che si esprimesse nelle linee di forza della carena e nel rapporto con la leggerezza della piccola tuga completamente trasparente, aperta sul lato poppiero, e caratterizzata dal solar roof movimentabile.

La distribuzione dell’exterior/interior layout ha permesso di gestire l’organizzazione e la distribuzione di tutte le differenti attività previste senza che si possano verificare delle sovrapposizioni tra gli utenti.

A livello tecnologico la scelta è ricaduta sul tema delle energie rinnovabili solari, per alimentare la propulsione ibrida e gli impianti. Per la gestione dei servizi di bordo e della privacy si è fatto riferimento alla domotica e agli smartmaterials (vetri elettrocromici e celle fotovoltaiche), già sperimentati in campo nautico, ed applicati su differenti livelli di intervento.

Galleria Immagini.