PREMIO DESIGN NAUTICO 2015 – Progetto “NINO”

Progettista:

 

Antonio Ceccotti

Antonio è nato a Pisa nel 1961, e dopo essersi diplomato perito industriale, dal 1982 al 1985 ha lavorato come graphic designer per una agenzia di pubblicità di Pisa. Dopo una breve esperienza di un anno come illustratore, nel 1987 comincia la professione come free lance, che svolge tutt’ora.

Ha lavorato su prodotti delle seguenti industrie:

Schuberth Helmets, Testanera Swarzkopf, Gelati Motta, Kawasaki Motor, Piaggio.

Riferimenti:

via Francesco Gioli, 9, Pontasserchio – comune di San Giuliano Terme (PI)

Sito web • www.ceccottidesign.it

indirizzo e-mail • [email protected]

Skype • antonio.ceccotti

Scheda Progetto

Questo nome è stato scelto anche a causa della più importante apparizione pubblica del moscone, nella scena del Rex in Amarcord, di cui Nino Rota è autore della colonna sonora e Tonino Guerra è lo sceneggiatore.

Questo natante è completamente realizzato in fibra di vetro.

E’ completamente smontabile per poter essere ricoverato al coperto durante il periodo invernale, ed è composto da una bassa piattaforma di collegamento avvitata ai propri vertici a due gavoni laterali.

Sia la piattaforma che i due gavoni sono strutture monoscocca ottenute incollando fra loro due gusci contrapposti.

La giunzione è coperta da una guarnizione in gomma.

I due sedili sono avvitati alla piattaforma, e anch’essi mutuano il sistema costrutttivo descritto sopra, senza però ricorrere ad una guarnizione di copertura della giunzione.

Il sedile posteriore è corredato da due gradini in plastica, fissati opportunamente; si può sganciare dalla piattaforma e ribaltare all’indietro di 180° per fungere da scaletta.

La ringhiera tubolare, le maniglie della scaletta e il supporto per gli scalmi sono in alluminio anodizzato.

Questi ultimi sono vantaggiosamente fissati alla piattaforma in resina, sotto il livello di calpestio, e contemporaneamente alla ringhiera, consentendo perciò di contenere la dimensione della sezione dell’estruso tubolare.

La stuoia in teak o la piattaforma rigida antiscivolo, entrambe opzionali, vengono agganciate ai vertici con moschettoni e tensionatori a molla e possono essere facilmente smontati e sostituiti.

La personalizzazione è facilmente ottenibile semplicemente verniciando i singoli componenti con colorazioni diverse.

Relazione descrittiva.

L’onda è ciò che ha ispirato Nino.

E’ simboleggiata nel repentino sbalzo fra l’altezza posteriore e quella anteriore del gavone e viene superata, cavalcata, dalla linea di direzione della bassa ringhiera laterale.

Nella versione da diporto due persone possono accomodarsi sul largo sedile anteriore oppure sdraiarsi sulla parte piana a prendere il sole, sopra una bellissima stuoia in teak.

Nella versione da salvataggio c’è invece una piattaforma in gomma antiscivolo.

Il sedile posteriore di Nino può essere ribaltato all’indietro, dentro l’acqua, in modo tale che possa fungere da scaletta. Le maniglie a fianco del sedile aiutano nella risalita, ma servono anche per la movimentazione in acqua o sulla spiaggia.

La ringhiera offre appiglio sicuro ai bagnanti durante il mare mosso e serve anche a trascinare il natante dal davanti.

Galleria Immagini.