PREMIO DESIGN NAUTICO 2016 – Progetto “CAT-ALL”

Progettisti:

Daniele Apollonio

Daniele Apollonio

Nato a Torremaggiore (FG) nel 1995, diplomato all’I.T.G di San Severo (FG). Attualmente è iscritto al secondo anno della facoltà di architettura dell’università “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara

Amedeo Minischetti

Amedeo Minischetti

Nato a Foggia nel 1995, diplomato all’I.T.G di San Severo e attualmente iscritto al secondo anno della facoltà di architettura dell’università “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara

La collaborazione tra i due designer nasce nel periodo universitario con partecipazioni a vari contest on-line e diversi concorsi.

Scheda Progetto

Il concept, sviluppato durante il corso di LABORATORIO DI DESIGN 1 del 2° anno della facoltà di ARCHITETTURA “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara, è stato concepito dal gruppo composto da Daniele Apollonio e Amedeo Minischetti, sotto la supervisione del prof. Massimo Di Nicolantonio.

Il CAT-ALL è un catamarano di 7m che contiene tutto ed è per tutti!

L’intera struttura è fatta in vetroresina così come la tuga.

Esso contiene a poppa un’appendice, non impacchettabile, a movimentazione idraulica che permette d’ampliare lo specchio di poppa di altri 2m (quando la piattaforma è in posizione orizzontale). Quest’appendice, totalmente libera di muoversi esclusivamente in verticale, permette di essere utilizzata in qualsiasi ambiente e in qualsiasi momento a seconda delle esigenze. Il sostegno di tale appendice è fatto in fibra di carbonio, materiale molto leggero e anche molto resistente, mentre  il piano di calpestio è in teak, materiale facile da lavorare e con una forte resistenza all’acqua.

La piattaforma contiene al suo interno una sedia da combattimento a scomparsa in teflon con relativo poggiapiedi, sollevata da un sistema retrattile composto da quattro sostegni ai lati della sedia in fibra di carbonio; tale sedia può essere facilmente richiusa abbassando il sedile e ripiegando lo schienale che, a questo punto, mi diventa calpestabile e mi rende la piattaforma totalmente libera da qualsiasi oggetto. Il tutto è assicurato da un corrimano in acciaio che permette di chiudersi a fisarmonica in corrispondenza dei pulpiti e rendendo così la piattaforma totalmente libera ed accessibile. Mediante un sistema di gradini è possibile accedere a tale piattaforma o ritornare al pozzetto, attrezzato con sedute e timoneria composta da una ruota in fibra di vetro facile e leggera da manovrare.

Da qui è possibile accedere alla dinette o alle postazioni prendisole a prua dell’imbarcazione: nel primo caso si può accedere all’interno mediante una porta scorrevole in vetro che una volta aperta da un senso di continuità dell’ambiente stesso, composto da cucina con lavello, piano cottura e forno elettrico, una postazione di carteggio da dove è possibile manovrare l’imbarcazione mediante un joystick e un divano ad angolo con due sedute e tavolo retrattili che permettono di attrezzare la dinette anche con due posti letto; l’intero perimetro è vetrato per permettere l’illuminazione naturale.

Da qui è possibile raggiungere il sottocoperta composto da i due scafi simmetricamente arredati e dimensionati: due letti a castello a prua e un bagno per permettere all’imbarcazione di poter soddisfare i bisogni principali per affrontare in totale comodità un breve campeggio nautico.

Relazione descrittiva.

Il seguente concept è stato sviluppato durante il corso di LABORATORIO DI DESIGN 1 del secondo anno della facoltà d’ ARCHITETTURA dell’ Università “G. d’Annunzio”  Chieti-Pescara.

In merito alle richieste del bando si è deciso di sviluppare un concept di prodotto nautico che siaaccessibile ad una fascia ben più ampia di popolazione. Detto ciò, si è pensato ad un catamarano della lunghezza di 7m che contiene tutte le funzioni e tutte le attrezzature tali che possano soddisfare le richieste principali ovvero il campeggio nautico e la pesca, permettendo quindi di inserire il prodotto in un mercato ben più esteso; in questo modo nasce il CAT-ALL, ovvero il catamarano per tutti e…che ha tutto! Riferendosi al campeggio nautico si è pensato di progettare un’imbarcazione contenente tutte le funzioni e le attrezzature necessarie da permettere alla committenza di fare, per un breve periodo, uscite con l’imbarcazione ed accedere anche in acque protette (mediante un sistema di propulsione ibrido) senza avere necessità di tornare a terra per svolgere le necessità primarie. Per quanto riguarda la pesca si è pensato ad una plancetta multifunzione applicata a poppa che integra all’interno della piattaforma (non impacchettabile) una sedia da combattimento a scomparsa che permette la pesca anche a pesci di grosse dimensioni. Una volta chiusa la sedia, tale plancetta può essere utilizzata anche come montacarichi, come sistema di risalita dall’acqua, e come sostituto della classica passerella retrattile per permettere l’accesso all’imbarcazione dalla banchina,  permettendo dunque una facile salita grazie la  geometria di cui è formata. Altra caratteristica fondamentale è data dall’utilizzo di fonti rinnovabili che permettono l’alimentazione del sistema di propulsione dell’imbarcazione e di tutte le attrezzature presenti sopra, rendendo dunque l’imbarcazione stessa un’ottima alternativa alle classiche imbarcazioni che navigano i nostri mari.

Galleria Immagini.